1 problema con 2 soluzioni possibili

1 problema con 2 soluzioni possibili e un sondaggio

Oggi voglio condividere con voi una parte di un libro che ho appena finito di leggere, scritto da un professore di Harvard considerato il più esperto conoscitore di tecniche gestionali sia in campo pubblico, sia privato, sia con associazioni no profit.

Il libro non è di difficile lettura, anzi al contrario ed è ricco di esempi reali che potrebbero essere di aiuto a tanti presidenti, luogotenenti, governatori ecc.

Piccole cose, che potrebbe migliorare la qualità dei nostri club e i rapporti interni, come quelle suggerite in questo post di qualche tempo fa (migliorare-il-nostro-club)

 

Un caso da studiare

In un capitolo del libro il professore racconta un episodio realmente accaduto, che ha fatto studiare e analizzare ai suoi studenti.

Il vescovo di una grande città americana era preoccupato per la scarso numero di fedeli nella sua diocesi. Alcune parrocchie ormai erano quasi deserte e alle celebrazioni partecipavano solo un esiguo gruppo di persone.

Anche i vescovi hanno i loro problemi

Il vescovo ha convocato quindi i sacerdoti della diocesi e ha discusso con loro il problema, chiedendo di utilizzare tutte le strategie possibili e trovare soluzioni valide per avere una maggiore partecipazione di fedeli.

Dopo lunghe discussione, brain storming, confronti serrati, i sacerdoti erano combattuti su due strategie da seguire.

gruppo

1 problema con 2 soluzioni possibili

Un primo gruppo proponeva di invitare con ogni mezzo, quante più persone possibili, “…alla fine, anche se qualcuno andrà via, avremo sempre un cospicuo numero di fedeli in chiesa“.

Un secondo gruppo proponeva invece di invitare persone, che potevano potenzialmente essere interessate alla religione e formale, con incontri ad hoc e eventi dedicati, …se le persone ricevono una adeguata formazione, diventeranno consapevoli del loro ruolo e difficilmente andranno via, coinvolgendo nel frattempo altri nella loro scelta“.

I due approcci sembrano entrambi validi. In fondo è quello che si fa anche nei club.

Il Kiwanis international da qualche decennio sta seguendo la prima strada. Ha dapprima eliminato le categorie professionali.

I più vecchi di militanza ricorderanno che una volta si poteva avere solo una figura professionale per categoria nel club (un solo medico, un solo avvocato ecc.). Dopo una certa età non si poteva diventare officer e niente disoccupati. Solo professionisti.

FORMULA E I-PLAN

Poi con il progetto FORMULA e l’IPLAN ha chiesto di coinvolgere e invitare quante più persone possibili,

Se voi foste il vescovo…

La domanda adesso è quasi obbligatoria, quali delle due strategie proposte dai sacerdoti della diocesi è risultata vincente?

Quale strategia dopo dieci anni ha fatto incrementare in maniera considerevole il numero dei fedeli nelle parrocchie della diocesi?

Quale è la vostra opinione?

Se volete potete rispondere utilizzando il sondaggio sotto riportato e poi vi dirò come finisce la storia.

Pensate che per incrementare il numero dei soci serva...
 answers

 

Se questo articolo ti è piaciuto Manda questo articolo ad un amico/a Manda questo articolo ad un amico/a

One Response

  1. mariapia dacunto 29 Nov 2018

Lascia una commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi