presidente

I primi anni del Kiwanis – Inizia l’avventura

Come il Kiwanis divenne la più importante associazione al servizio della comunità.

I primi cinque anni di vita del Kiwanis, pur con mille difficoltà furono anni epici. Fu necessario affrancarsi da Joseph Browne e delle sue manie di far soldi con i soci. Ci fu la guerra, che portò anche in America lutti e dolori. Alla convento di Birmingham la bandiera del Kiwanis aveva 1256 nastri blu, uno per ogni socio morto in guerra. Ciò nonostante erano stati fondati nuovi club e c’erano circa 700 nuovi soci.

I kiwaniani alla fine del conflitto si impegnarono ad adottare orfani, assistere vedove, aiutare concretamente famiglie in difficoltà. Fu una gara di solidarietà tra club Kiwanis e club di altri organizzazioni di servizio come il Rotary. 

In questa mutua gara di solidarietà sono da ricordare il club di Winnipeg, che si impegnò a costruire un fondo per gli orfani di guerra. Il club di Baltimora, che riuscì a raccogliere tre milioni di dollari da distribuire ai mutilati. Il club di Rochester, che assicurò a molti reduci un nuovo posto di lavoro. Una gara a fare il bene senza precedenti. 

Perry S. Patterson, presidente internazionale nel 1918/19, alla convention annuale, presentando le attività di servizio svolte dai vari club disse:” Il Kiwanis non è un’esperimento sociale, i fatti dimostrano invece, che è la risposta concreta alle necessità delle nostre comunità, da parte delle miglior persone di questa nazione, che con le loro menti e i loro cuori hanno contribuito ad affermare i valori morali e spirituali“.

Subito dopo la guerra il presidente degli Stati Uniti, Woodrow Wilson (un rotariano), scrisse una lettera al presidente Patterson, ringraziando il Kiwanis e i suoi soci per l’impegno  e per il tangibile contributo di servizio e per l’esempio dato al popolo degli Stati Uniti d’America, indicando inoltre il Kiwanis come associazione da imitare.  

Tags:

Lascia una commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi