Il nostro iceberg si sta sciogliendo e anche il nostro club

Pinguini, ghiacci, iceberg una breve favola di J. Kotter* e H. Rathgerbeg** ci può insegnare e aiutare a migliorare il nostro club.

Una colonia di pinguini vive in Antartide; sono bellissimi pinguini imperatore e abitano su un iceberg da ormai molti anni. Uno di loro, un giorno, si rende conto che quel loro piccolo paradiso sicuro e familiare, quei metri quadrati che loro ormai chiamano casa, si sta sciogliendo (ricorda certi club). Ma nessuno lo ascolta. Non è facile accettare che tutto ciò che hai costruito fino a quel momento, tutto ciò che sei abituato a vedere e riconoscere come familiare, d’un tratto non sia più lì, non sia immutabile e invulnerabile. Eppure accade spesso.

 

La storia e ha sei personaggi principali; sei caratteri e sei modi di
reagire all’inevitabile cambiamento che la colonia di pinguini dovrà affrontare: Fred, Alice, Louis, Buddy, il Professore e NoNo sono come le persone che ci circondano quotidianamente. Ognuno di noi può ritrovarsi in uno di questi pinguini. Ognuno di noi può ritrovare un collega, un amico, un familiare che reagisce alla novità, nella vita del proprio club.

La loro è una storia di resistenza al cambiamento, di un’eroica vittoria su ostacoli apparentemente insormontabili; è la storia di un tempo in cui il cambiamento non può essere più evitato. Ma soprattutto la loro storia è una piccola guida al cambiamento; una guida in otto punti:

1. Bisogna creare un senso di urgenza. Nessuno si muove se il cambiamento non è necessario ed imminente

2. E’ necessario quindi creare una squadra, un gruppo capace di guidare il cambiamento di tutto il resto della colonia (dell’impresa, della famiglia….)

3. Non dimentichiamo di sviluppare una visione ed una strategia, chiarendo come sarà il futuro e come lo si può raggiungere

4. Comunichiamo, cercando di ottenere il massimo dei consensi

5. Lasciare agire tutti i pinguini, in modo che tutti coloro che vogliono cambiare possano farlo

6. Non sottovalutare l’importanza delle milestones, piccoli obiettivi a breve termine che conducano verso la direzione finale e che rafforzino l’idea di successo.

7. Non abbandonare, continuare a mantenere il senso di urgenza in ogni momento

8. Creare una nuova cultura, ripetere il cambiamento fino a che non diviene una nuova abitudine

 

 

*J. Kotter docente della Harvard Business School e studioso di cambiamento organizzativo.

**Holger Rathgeber ha sempre operato nel settore industriale ed ha portato avanti il progetto di questo libro insieme a Kotter, con il convincimento comune che è di fondamentale importanza sviluppare la capacità di affrontare il cambiamento non solo ai vertici delle organizzazioni, ma anche a tutti i vari livelli, anche quelli più bassi, in maniera consapevole, collaborativa, propositiva e attiva 

Lascia una commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi